L'IMPORTANZA DEL MICROCHIP

L' obbligo di iscrizione dei cani alle anagrafi canine regionali č in vigore ormai da anni, ma ancora si incontrano soggetti a cui i proprietari non hanno fatto applicare il microchip, pensando che l' iscrizione in anagrafe comporti chissā quali obblighi o seccature o, peggio, pagamento di tasse!
In veritā si tratta semplicemente di stabilire con certezza e senza possibilitā di errore a chi un determinato cane appartenga, cosa piuttosto utile in caso di smarrimento, di controversie, di incidenti.

Immaginate che il cane, per qualsiasi motivo, si allontani dal suo ambiente e non possieda il microchip.
Chiunque lo trovasse potrebbe decidere,  una volta appurato che il cane non č iscritto in anagrafe, di tenerlo con sé, in maniera assolutamente legittima. Nel caso in cui, invece, al cane corrisponda un microchip, sarā solo questione di ore il ritrovamento della sua  famiglia e il rientro nel suo ambiente.

Chiaramente questo comporta anche delle responsabilitā,  nel senso che il proprietario č responsabile di eventuali danni provocati dall'animale, allo stesso identico modo in cui si č responsabili dei propri figli!

Ma nessuna motivazione puō giustificare la decisione di non iscrivere il proprio cane all' anagrafe canina, č un atto che richiede pochi minuti e pochi euro (molte ASL lo applicano gratuitamente) e che ci rende proprietari coscienziosi e responsabili.


Se avete dubbi o domande potete consultare i nostri esperti scrivendo a
associazione@battilazampa.it inserendo nell'oggetto "Rubrica Comportamento&Co"
e loro saranno lieti di aiutarvi.


Torna indietro